Dec 232009
 

Sfruttando il periodo “tranquillo” che finalmente sto passando ho avuto la bella idea di ascoltare il mio amico Francesco (Schifilliti) che mi ha suggerito via Cell.:

“…visto che sei in vacanza fatti la Certificazione CIFI… io la faccio la settimana prossima”.

Certificazione???  Non mi era mai venurta l’idea di provarci…

Grazie all’aiuto di Francesco e del mio caro amico Luca B. (Bizzotech) mi sono messo a studiare per la certificazione CIFI (Certified Information Forensics Investigator) rilasciata dall’IISFA. Parte delle domande  sono tratte dalla certificazione CHFI (Computer Hacking Forensic Investigator) che è molto orientata all’intrusion detection. E’ stato come ritornare a inizio del 2000 quando  muovevo i primi passi con “Ettercarp” e “Snort” cercando di fare il “Man in the Middle” con gli  switch della 3com (o volgari HUB??? ho ancora il dubbio….).

E’ stata una settimana utile perchè mi ha “stimolato” a dare un’occhiata a “spanne” di come la Legislazione Americana tratta i reati di CF e ho trovato la loro ECPA del 99  molto interessante.

La domanda che molti si fanno è:  “ma le certificazioni servono?”

Personalmente:  SI (per la cronaca, ho sempre evitato le certificazioni perchè con la scusa del poco tempo le ritenevo inutli…. col tempo si cambia…).

Servono ai neofiti ma soprattutto ai tecnici con una buona esperienza perchè consentono di mettersi alla prova in una di sfida con se stessi (… sono anni che faccio forensics…figurati se non passo…) e forniscono buoni spunti per migliorare la parte di forensics che non e’ strettamente tecnica.

In conclusione  grazie Francesco e grazie Luca: 124/125 in 18 min.

 Leave a Reply

(required)

(required)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>