May 152010
 

E’ uno di dubbi che spesso mi sorgono durante le notti (previa nomina della Procura) passate ad analizzare diversi TERA di dati. Magari è l’unica foto su svariati migliaia passate al setaccio.

Cosa si fa?

Non sono io che decido: non sono un medico o un consulente competente per stabilire l’età di un adolescente (se non si tratta di una foto palese). Io mi limito a rispondere ad un quesito segnalando nella mia Consulenza il materiale che “potrebbe” essere attinente al quesito stesso. Giustificando (punto fondamentale) l’origine e la provenienza di tale immagine.

Basta questo?

No, non sempre basta il buon senso, ci vuole altro, magari una sentenza della Cassazione (Terza Sezione Penale – sentenza 406 – 04/03/2010) che indichi cosa si intende per materiale PEDO.

“…materiale che ritrae o rappresenta visivamente un minore degli ani diciotto implicato o coinvolto in una condotta sessuale esplicita, quale può essere anche la semplice esibizione lasciva dei genitali o della regione pubica.”

L’interpretazione della foto ruota attorno alla parola “esplicita”.

 Leave a Reply

(required)

(required)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>